Cosa sono le tovaglie antimacchia

Le tovaglie antimacchia sono uno dei prodotti più amati non solo dalle casalinghe, ma anche dai bar, dai ristoranti, e da qualunque locale operante nel settore della ristorazione professionale. Queste tovaglie sono infatti estremamente pratiche, e nei migliori casi vantano anche molti altri vantaggi. Vediamo come è fatta una tovaglia antimacchia e quali sono i suoi pregi.

Per chi cerca velocità, praticità ed efficienza, una tovaglia antimacchia è indubbiamente l’alleato migliore in cucina. Questo tipo di tovaglia si pulisce in un attimo ed è subito pronta per l’utilizzo successivo. Inoltre, i migliori prodotti regalano anche molti altri benefici. Ma come è fatta una tovaglia antimacchia?

  • Il tessuto utilizzato è quasi sempre poliestere, spesso in una percentuale del 100%. Il poliestere è un materiale sintetico che, attraverso appositi trattamenti, può regalare una morbidezza e una sensazione vellutata che si avvicinano a quelle del cotone. In una tovaglia antimacchia, è proprio il poliestere a conferire i maggiori pregi del prodotto.
  • Una tovaglia antimacchia che si rispetti può essere pulita in un attimo con una semplice spugna, lasciando il tessuto come nuovo. La natura impermeabile del poliestere previene l’assorbimento dello sporco, del grasso e dell’unto, facilitando in questo modo una rimozione semplice e immediata, evitando il famoso “olio di gomito” che ruba un sacco di tempo e fatica.
  • Le migliori tovaglie antimacchia non devono nemmeno essere stirate: la consistenza del poliestere impedisce alla tovaglia di assumere pieghe o grinze quando è stesa correttamente. Il risultato è un ulteriore guadagno di tempo.
  • Le tovaglie antimacchia hanno anche un altro vantaggio: si asciugano molto velocemente, anche quando distese sul tavolo stesso. Utilizzare una di queste tovaglie permette di evitare costose asciugatrici o il classico filo steso per stendere i panni.